officinebinarie

you don't own it, if you don't open it

FACILE COME ACCENDERE UN LED….

Lascia un commento

 Episodio Due

Immaginiamo che il post precedente t’abbia divertito e convinto talmente tanto della semplicità del mondo dell’elettronica, che dopo esserti pesato per l’ennesima volta e reso conto di aver ulteriormente preso peso; ti sia persuaso del fatto che il modo migliore per dimagrire sia quello d’impegnare il tuo tempo libero nell’elettronica e nella necessità d’imparare ad usare Arduino.

Lo hai comprato e ti è arrivato a casa.

Dato che sapevi cosa avresti trovato nello Starterkit, non ti sei spaventato poi così tanto nel vedere tutti quei fili, diodi, interruttori e robe del genere. Quindi sicuro di te stesso e di ciò che avevi precedentemente appreso, hai aperto il “Projects Book” e con un atteggiamento spaccone da “veterano dell’Elettronica”, hai letto velocemente le prime pagine introduttive sui dispositivi elettrici contenuti nella scatola.

Guarda attentamente Arduino e noterai (grazie anche all’utilizzo del Projects Book) che ti sarà facilissimo riconoscere dove si trovano i Pin Digitali ed Analogici e dove poter trovare il Low o Ground (0 V) e il High (5V) (osserva le foto alla fine del post).

Ora sei pronto per “Accendere il tuo primo LED”.

Innanzitutto cos’è un LED? Se mai (ne dubito) qualcuno te lo domanderà, per fare il figo, tu rispondigli in inglese: Light Emitting Diode. In realtà si tratta di un semplice diodo capace di emettere fotoni attraverso un principio fisico di ricongiungimento elettrone-lacuna; oppure ancora meglio è una lampadina “più moderna” che si accende quando viene attraversata dalla corrente.

Un altro concetto necessario è capire come è fatto un circuito elettrico: c’è un dispositivo ( batteria) che crea un potenziale più e meno (nel nostro caso è Arduino che ci fornisce il Ground e i 5V), i fili elettrici, una resistenza (cfr il post Episodio Uno), un “utilizzatore” (il LED) e nel caso del nostro primo esperimento anche un interruttore: cioè un semplice dispositivo che ti consente di accendere e spegnere il LED attraverso l’interruzione/riconnessione del circuito.

Di fondamentale importanza nel mondo dell’elettronica è il principio di configurazione di un circuito in “Serie e Parallelo”. Nell’esperimento in questione questo concetto viene applicato agl’interruttori. Nel caso di due interruttori messi in serie, affinchè il LED si accenda, entrambi i pulsanti devono essere premuti:  questo perchè la corrente è costretta a passare attraverso entrambi gli interruttori per raggiungere il LED. Nel caso del circuito in parallelo, nè basta solo uno perchè rifacendoci al principio “dell’intelligenza della corrente”, quest’ultima è sempre capace di trovare il percorso più breve per raggiungere il Ground. Lo stesso identico principio potrà essere applicato non solo ai LED, ma a tutti i dispositivi elettrici utilizzati nei circuiti.

Osserva i circuiti che hai creato e cerchiamo di riflettere sul perchè a questo punto, nel momento in cui connetteremo Aruduino il nostro LED dovrebbe accendersi.

Innanzitutto, quella specie di “barretta al cioccolato bianco” di nome Breadbox, stai attento perché in realtà non è commestibile! Ma dovrai utilizzarla per creare i tui circuiti, anzi ancora meglio per “espanderli”. Le prime due colonne contrassegnate da un più e un meno e due linee una rossa e una nera sono di solito utilizzate per “trasportare” il Ground e i 5V su l’intera linea verticale. All’interno della Breadbox invece le cose funzionano per “vie orizzontali”: nel senso che se colleghiamo un pin di Arduino in un punto interno della Breadbox tutta la linea orizzontale sarà allacciata a quel Pin. Il setto centrale orizzontale divide la Breadbox in due parti perfettamente simmetriche.

In conclusione osserviamo i due circuiti e proviamo ad immaginare il “percorso” della corrente. Quest’ultima infatti parte dai 5V di Arduino per passare prima attraverso la resistenza, quindi verso l’interruttore e se chiuso, arriva al LED per poi finire nel Ground. Nel caso del circuito in parallelo: la corrente parte sempre dai 5V, quindi la resistenza, successivamente il primo interruttore (se premuto) per poi andare nel LED ed infine scaricarsi nel Ground. Se invece è il secondo l’interruttore ad essere premuto, la corrente salta il primo interruttore attraverso i due fili più vicini al LED; per poi attraversarlo e  scaricarsi sul Ground.

Nel prossimo post inizieremo a “parlare ad Arduino” attraverso il nostro PC.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...